UNIONI CIVILI? Sì, ma anche molto di più.

Prima del maggio di quest’anno esisteva soltanto il matrimonio per le coppie eterosessuali. Per le coppie omosessuali o per i conviventi di fatto, di qualsiasi orientamento sessuale, non era prevista nessuna tutela né diritto.

Finalmente è stata approvata la storica Legge n. 76 del 21.5.2016.

L’aspetto più importante è quello di aver finalmente introdotto le unioni civili, le quali consentono alle coppie dello stesso sesso di avere diritti, fra loro e nella società, sostanzialmente uguali a quelli delle coppie eterosessuali sposate.

L’altra grande e interessante novità è costituita dai contratti di convivenza. Essi possono essere utilizzati sia dalle coppie eterosessuali che dalle coppie omosessuali e consentiranno alle coppie una forma forte di tutela, specialmente per quanto riguarda gli aspetti economici e patrimoniali.

È sufficiente ma necessaria la autentica di firma di un avvocato per la loro validità. Non siamo ancora ai contratti prematrimoniali o matrimoniali del diritto di common law, ma questa potrebbe prospettarsi come la grande sfida della giurisprudenza e della dottrina dei prossimi anni.

Sicuramente è diventato un tema di grande attualità, una soluzione utile a molte persone: gli avvocati con le necessarie capacità professionali e sensibilità umane devono e possono dare il loro contributo di consulenza e di assistenza.

( 3 Giugno 2016 – Avv. Roberto Nicolini)

Settori Operativi

Notizie

Email:
Oggetto:
Messaggio:
Quanti occhi ha una persona tipica?

NOTA! Questo sito utilizza i cookies e tecnologie simili.

I cookies ci aiutano a fornire i nostri servizi. Se non si modificano le impostazioni del browser, si accetta che il sito utilizzi i cookies. Scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookies. Per saperne di piu'

Approvo